Il mondo di Can è particolare. Non è un mondo a colori, non è un mondo fatto di ombre. Per lui il mondo è completamente nero. Can è completamente cieco, il suo mondo è fatto di suoni e odori. Nonostante questo, sta riuscendo a essere completamente indipendente. Fa i suoi percorsi, analizza qualcosa di nuovo col suo fiuto, cerca di superarlo. Ha 4 mesi e non si lascia abbattere dal suo difetto. La storia di Can è fatta di indifferenza, dolore, rabbia. Nato da una gatta padronale mai sterilizzata nonostante i continui tentativi di convincimento, il piccolo è l’unico di una lunga sfilza di cucciolate a essere sopravvissuto perché nessuno si è mai occupato del destino dei cuccioli. E a lui sarebbe toccata la stessa sorte se qualcuno “accidentalmente” non lo avesse prelevato dal giardino dove aspettava di morire. Ai proprietario dello stabile e della gatta non importava della sua vita, non se ne sono curati e lui attendeva solo di morire. Il suo mondo era già diventato nero, nemmeno le migliori cure e tutto l’amore di cui siamo capaci sono bastati a ridargli la vista. La rinotracheite si è portata via i suoi colori. Eppure, nonostante la sua situazione, Can è un micio dolcissimo, buono, pacato. Entra nella vita delle persone leggero come una piuma, morbido come una nuvola, desideroso solo di una coccola. Per lui cerchiamo una super adozione, consapevole e seria del suo “difetto”. A parte la vista, Can riesce a essere indipendente purché le cose siano sempre nello stesso posto. Il contatto coi suoi simili non lo disorienta, anzi, lo aiuta e arricchisce. Sarebbe bello vederlo finalmente felice in una meravigliosa famiglia, è il nostro più grande desiderio. Can si trova a Gaeta, in provincia di Latina, ma è adottabile in tutto il centro e nord Italia dopo controlli pre affido e firma dei moduli di adozione solo in appartamento. No giardini, campagne o cortili. No piani terra. I primi piani devono essere messi in sicurezza. Obbligo di sterilizzazione intorno al nono mese di vita. La distanza non è un problema ma si chiede un piccolo contributo per farlo viaggiare. Verrà affidato vaccinato, sverminato e spulciato con regolare libretto sanitario. Per informazioni scrivere a richiestaadozioni@outlook.it

 

È gradita una mail di presentazione