MIKI E FIORE fratelli lagottini anziani vivevano nel degrado

roma (roma)
Lazio

Dove si trova il cane: roma

Progetto “UN TESORO DI LAGOTTO”, la nostra nuova sfida. Salvare questa categoria di cani sfruttati, maltrattati e non tutelati…i lagotti romagnoli, usati per la caccia e la ricerca dei tartufi, quasi sempre senza vaccini nè chip, spesso addestrati con durezza, ceduti se non sono capaci a chi tenterà ancora di insegnare loro con le cattive maniere a fare un lavoro che non sanno fare, qualche volta poi eliminati senza tante accortezze! Noi vogliamo salvare, nei limiti delle nostre possibilità, quelli di cui veniamo a conoscenza, per dare loro una nuova vita.

MIKE e FIORE sono due fratelli lagottini ormai anziani, hanno 10 anni e pesano meno di 15 kg l’uno. Sono arrivati fino a noi tramite una carinissima volontaria di Rieti che ci ha raccontato la loro storia. I due vivevano insieme al loro padre, lagotto di 14 anni al quale fortunatamente abbiamo già trovato una famiglia, ed altri 7 cani, presso una signora, la loro proprietaria. Recentemente la signora è venuta a mancare ed il figlio ha ereditato l’intera ciurma, ma non sapendola gestire, in breve tempo le povere bestie si sono ritrovate a vivere in mezzo alla sporcizia e al degrado più totale. La volontaria si è trovata di fronte uno spettacolo a dir poco pietoso ed ha convinto il signore a farsi cedere i cani. A noi sono arrivati appunto  il padre Zago ed i due figli Mike e Fiore. Ora vorremmo trovare anche per loro una bella sistemazione, perchè il rifugio, per quanto buono e bello, non potrà mai sostituire una famiglia. Mike e Fiore sono buoni ma ognuno ha il suo carattere, Mike è il più “arzillo”, è dominante verso il fratello che spesso viene sottomesso. Fiore ha appunto un carattere più remissivo ed è anche più tranquillo. Ha una leggera patina sugli occhi, sicuramente dovuta all’età. Non essendo stati abituati al guinzaglio, al momento non ne vanno pazzi, per cui si impuntano e non vogliono camminare, ma ci stiamo lavorando.Con gli altri cani sembrano andare d’accordo. Sono negativi alla leish. Naturalmente sono adottabili separatamente ma vorremmo che trovassero casa prima possibile, proprio perchè non sono più due giovincelli e non vorremmo privarli a lungo della gioia di una famiglia.

chiaraseni@libero.it